Acne: evitare sostanze irritanti

lunedì, 20 gennaio 2020

Acne: evitare sostanze irritanti

L'acne è molto fastidiosa e generalmente viene utilizzato qualsiasi prodotto per cercare di sbarazzarsi del problema. Sfortunatamente, molti comuni trattamenti per l'acne contengono sostanze irritanti che possono lacerare la pelle creando un circolo vizioso di secchezza, irritazione e aumento dell'acne stessa.

È necessario quindi evitare astringenti irritanti e leggere sulle etichette quali sono gli ingredienti contenuti nei vari prodotti. Ecco quattro ingredienti che bisognerebbe evitare durante l'acquisto dei prodotti contro l'acne.

Detergente

Se cerchiamo nella vasta serie dei prodotti per la cura dell'acne, troveremo molti detergenti schiumogeni. Il problema di questi detergenti sono proprio gli agenti schiumogeni come il sodio lauriletere solfato (SLS) o la cocamidopropil betaina (CAPB), perché rimuovono anche i lipidi protettivi naturali della nostra pelle. Quando la cute non è più protetta in modo naturale, produce sebo per sostituire gli oli persi che a loro volta ostruiscono i pori e causano una nuova comparsa dell'acne. Gli agenti schiumogeni sono anche fortemente alcalini, il che sbilancia il pH naturale della pelle e indebolisce l'importante mantello acido protettivo.

È utile, quindi, acquistare un detergente in crema privo di questi detergenti irritanti ed utilizzarlo in combinazione con un panno in mussola per esfoliare delicatamente la pelle e rimuovere le cellule morte.

Alcool

Oltre agli agenti schiumogeni presenti nei detergenti per la pelle incline all'acne, sono spesso contenuti anche alcol etilici, che compaiono nella descrizione degli ingredienti come alcol denaturato, etanolo o alcool etilico. Questi alcol seccano la pelle, provocando irritazioni e squilibri cutanei. Al posto di un detergente aggressivo, è meglio utilizzare un'acqua naturale a base vegetale per rinfrescare la pelle mista e la pelle grassa. Ad esempio, è adatto il Rice Plant & Rosemary Bio Affinity Toner del marchio Pai Skincare che non solo deterge, ma lenisce e tonifica la pelle. Gli estratti di rosmarino contenuti hanno anche effetti anti-infiammatori.

Perossido di benzoile e acido salicilico

Se la vostra pelle pelle è occasionalmente irritata e reagisce rapidamente, non dovreste ricorrere ai tradizionali trattamenti dell'acne a base di perossido di benzoile o acido salicilico. Queste potenti formulazioni contengono molte sostanze che seccano e irritano la cute, il che la renderà facilmente sbilanciata.

Un'alternativa a questi prodotti è il Perfect Balance Blemish Serum di Pai Skincare. Questo siero ha l'efficacia di un prodotto anti-acne convenzionale, ma non irrita. È perfetto per trattare le imperfezioni e aiuta la pelle a guarire.

Peeling a grana grossa

Una pulizia eccessiva su una pelle sensibile del viso soggetta a imperfezioni si tradurrà presto in un'irritazione che potrà peggiorare l'acne. Lo stesso vale per i peeling a grana grossa, perché producono lo stesso effetto.

Purtroppo con l'utilizzo di questi prodotti non sussiste solo il rischio di una reazione cutanea indesiderata, ma viene anche distrutto il film idrolipidico così importante per la pelle. Per rimuovere le cellule morte e le impurità senza danneggiare o irritare la cute è doveroso utilizzare un peeling con particelle detergenti a forma sferica, come il Kukui & Jojoba Bead Skin Brightening Exfoliator.