Ecco Verde

venerdì, 03 ottobre 2014

Aiuto, ho l'acne!!

Quali sono i metodi più semplici ed efficaci?

Chi di noi non ha avuto problemi di acne almeno in gioventù? Immagino tantissimi :-( purtroppo erroneamente, si pensa che questa malattia colpisca solo ed esclusivamente gli adolescenti, salvando cosi gli adulti da una fastidiosa piaga. Non è cosi.

Cerchiamo di capire cosa si intende per acne tardiva e quali sono i metodi più efficaci per curarla in modo naturale.

In maniera generale possiamo dire che l'acne è una malattia della pelle ad evoluzione benigna, che si caratterizza con l'infiammazione dei follicoli piliferi e delle relative ghiandole sebacee. 

Normalmente le parti più colpite sono viso, spalle, dorso e regione pettorale del torace e la causa principale è il movimento ormonale prodotto dall'organismo. Per questo motivo si tende a pensare che sia un problema circostritto all'età adolescenziale o preadolescenziale. Certo, questo tipo di acne è sicuramente la più diffusa a causa appunto dell'elevato quantitativo di ormoni prodotti dal corpo giovane.

Tuttavia esiste una forma acneica che si manifesta anche dopo questo periodo, protraendosi a volte fin dopo i 30/35 anni di età, e che colpisce in particolar modo le donne. La ragione di ciò si annida in molteplici e possibili cause.
Una di esse è sicuramente da ricercare nel cambiamento progressivo del modo di vivere nella società attuale; l'essere umano in sè invecchia più lentamente rispetto a 100 anni fa per cui l'età biologica tende ad essere rallentata rispetto a quella cronologica, inoltre abitudini di vita tipiche da società moderne, quali fumo, alcool o la semplice smodata abitudine di creme ipernutrienti (quali creme antirughe spesso con ingredienti chimici e dannosi che mettiamo laddove le rughe non ci sono ma per la semplice paura di ritrovarcele un giorno), tendono ad alterare la normale funzionalità di una pelle che, a 30 anni è ancora in grado di produrre sebo di suo e che quindi ha bisogno di respirare.

Anche fattori di stress ambientale e fisico possono essere tra le principali cause di un'acne tardiva e, a volte inaspettata per non dimenticare le frequenti disfunzioni ormonali come, ad esempio, l'alterazione del ciclo mestruale.

Anche l'aspetto di questa malattia risulta essere diverso da adulti, infatti normalmente non appaiono le solite "pustole" arossate presenti negli adolescenti, ma si manifesta sotto forma di "comedoni", ovvero microrilievi dello stesso colore della pelle ma non infiammati (simili a piccolissime cisti). Questi contengono il sebo prodotto in eccesso dalla pelle come causa dell'ipersensibilità delle ghiandole sebacee sotto stimolo ormonale.

Purtroppo per questo tipo di acne non esiste una cura univoca bensì tanti piccoli accorgimenti che ci possono tornare utili.

Ovviamente valgono i consigli generali di igiene di base, ovvero

  • Non toccare il viso con le mani sporche (specialmente nelle zone dove sono presenti i comedoni)
  • Lavare e detergere il viso mattina e sera con prodotti non aggressivi
  • Evitare di infiammare ulteriormente i comedoni andandoli a schiacchiare (tanto non esce nulla!), con il rischio di arrossarli di più e trasformarli in veri e propri brufoli ancora più antiestetici e doloranti!
  • Struccarsi sempre prima di andare a dormire usando prodotti di qualità
  • Cercare di non esagerare con il trucco (specialmente con i fondotinta in crema)

Anche l'alimentazione può venirci in aiuto: evitare di eccedere con insaccati, formaggi e cibi ad alto contenuto di grassi e zuccheri può aiutare ad abbassare eventuali infiammazioni in corso e stesso discorso vale per il fumo che tende ad alterare di molto, la produzione di sebo della pelle (nonchè ad invecchiarla).
Bere tisane depurative al fine di eliminare giornalmente tutte le tossine in eccesso accumulate nel nostro corpo può essere di aiuto e, altra cosa, cercare di assumere maggiore vitamina A ed E, indispensabili per il benessre complessivo della nostra epidermide.

A volte può succere che qualche comedone si infiammi, in questo caso impacchi di camomilla tiepida possono aiutare a calmare il prurito e lo stato di arrossamento della zona colpita.

Come vedete si può trattare il problema dell'acne con metodi e prodotti naturali prima di ricorrere a farmaci aggressivi; ricordo comunque che è sempre meglio consultare un dermatologo al fine di poter stabilire con certezza l'esatto tipo di problema che abbiamo cosi da conoscerne anche il tipo di pelle. Nel nostro sito www.eccoverde.it, sulla sezione "Acne & Pelle Impura", puoi trovare una vasta gamma di prodotti naturali in grado di aiutarti con questo problema.

Ricordiamo inoltre che è sempre bene eseguire, per sicurezza, dei test allergici, al fine di venire a conoscenza di eventuali allergie, evitando cosi di acquistare prodotti errati o che possono creare ulteriori problemi su una pelle già irritata dall'acne. 

Silvia

“Everything you can imagine, nature has already created.”

Albert Einstein