"Nickel tested" nei cosmetici naturali - cosa significa?

martedì, 08 ottobre 2019

"Nickel tested" nei cosmetici naturali - cosa significa?

Molti prodotti che trattiamo su Ecco Verde sono etichettati "Nickel tested"; ciò significa che i prodotti sono stati specificatamente testati per il contenuto di nichel e sono sicuri per i soggetti con allergie a questo elemento. Questi prodotti contengono quantità minime di nichel (meno dello 0,00001%) e quindi non dovrebbero scatenare reazioni allergiche (anche se non si può escludere al 100%).

In tutto il mondo sono molte le persone che soffrono di allergia al nichel. È importante che le persone colpite si astengano il più possibile dall'utilizzare prodotti contenenti questo elemento. Ma come si manifesta un'allergia al nichel? Diamo un'occhiata più da vicino a cause, sintomi ecc.

Il metallo nichel

Il nichel è un metallo lucido bianco-argenteo. È un elemento chimico ed è un componente importante nelle leghe metalliche. Il nichel viene utilizzato in misura significativa nella lavorazione dell'acciaio e, soprattutto, trasformato industrialmente. I metalli nichelati sono più duri e resistenti alla corrosione e, di conseguenza, alla ruggine.

Il nichel è anche un componente naturale delle piante. È essenziale per il loro metabolismo ed è vitale per la sopravvivenza sotto forma di oligoelemento anche per noi umani. Il fabbisogno giornaliero medio di nichel per un adulto è da 0,2 a 0,5 mg. Questo fabbisogno viene generalmente soddisfatto tramite l'alimentazione.

Dermatite da nichel

La dermatite da nichel è una reazione allergica del corpo quando viene a contatto con questo elemento. Il sistema immunitario classifica erroneamente gli ioni del nichel che ritiene dannosi, il che porta a una reazione immunitaria eccessiva.

I sintomi dell'allergia al nichel si verificano nella maggior parte dei casi dopo 12/72 ore dal contatto con la pelle e sono localizzati nell'area in cui è avvenuto il contatto con esso. L'allergia avviene principalmente mediante il contatto diretto con la pelle. Ad esempio la bigiotteria contiene spesso nichel. Il sudore della pelle ha un pH acido e quindi dissolve gli ioni di nichel dal metallo, che penetrano nella cute senza ostacoli ed entrano nell'organismo. Una reazione può, comunque, anche avvenire dopo aver assunto cibi contenenti nichel. Un'allergia a questo metallo può avvenire contemporaneamente sia dal contatto che dall'assunzione di alimenti.

In tutto il mondo, circa l'8% delle persone soffre di allergia al nichel. In linea di principio, i paesi industrializzati sono più colpiti rispetto ai paesi in via di sviluppo perché vi è semplicemente una maggiore esposizione a questo elemento. Il tasso di sensibilizzazione nei singoli paesi varia notevolmente. Ad esempio, negli Stati Uniti, il 35-40% della popolazione è allergico al nichel, rispetto a circa il 14% della Francia.

Cause

Il nichel è un oligoelemento vitale per noi. Tuttavia, se il livello è troppo alto, si potrebbe verificare una reazione allergica. La reazione è però sempre preceduta da una sensibilizzazione. Infatti, nessuno nasce già allergico al nichel, è l'esposizione prolungata e eccessiva a provocare la sensibilizzazione.

Praticamente, quasi tutti gli oggetti metallici contengono nichel, dai gioielli (sia economici che costosi), agli articoli per la casa fino ai telefoni cellulari. Tuttavia, il fattore decisivo non è il contenuto di nichel stesso, ma la quantità che viene rilasciata e poi assorbita dall'organismo. Il rilascio di ioni di nichel è favorito dai seguenti fattori:

  • conservanti
  • acidi
  • sudore
  • alte temperature

La sensibilizzazione può derivare anche da un indebolimento della barriera naturale della pelle dovuta all'influenza di diversi fattori, quali:

  • batteri
  • prodotti chimici
  • infiammazioni
  • radiazioni UV

Sintomi

Il sintomo più comune di un'allergia al nichel è l'eczema cutaneo allergico. Le zone più colpite sono:

  • mani e dita - attraverso anelli, maniglie delle porte, tastiere
  • zona dell'ombelico - bottoni dei pantaloni, fibbie delle cinture, piercing
  • polsi - braccialetti o orologi da polso
  • orecchie - occhiali, orecchini
  • cavità orale - apparecchi ortodontici o dentiere
  • ascelle - attraverso ioni di nichel assorbiti, che vengono escreti attraverso le ghiandole sudoripare

La dermatite è caratterizzata da arrossamenti, prurito e gonfiore. Inoltre, possono verificarsi vesciche o formazione di pustole.

Se hai il dubbio di avere un'allergia al nichel, è fondamentale fare un test allergico, chiedendo poi al medico i prodotti da evitare.

Nel nostro catalogo trovi diversi prodotti nickel tested, sotto questo link sono filtrati tutti prodotti certificati dalle aziende come nickel tested: clicca qui.

In ogni caso, tendenzialmente, nessun prodotto naturale bio contiene nichel e se qualche prodotto di make up lo contiene naturalmente è in % così basse che possono essere definite innocue. I prodotti naturali sono tutti molto ben tollerati, soprattutto quelli specifici per i soggetti allergici o le pelli delicate, come ad esempio il brand Pai o alva sensitiv.

Considera anche i marchi contraddistinti dal sigillo BDIH usano ingredienti che non contengono oli minerali e quindi la possibilità che ci sia nichel all'interno è molto bassa.

Per sicurezza, si consiglia di provare i nuovi prodotti prendendo una mini o travel size per vedere come reagisce la pelle. È anche possibile effettuare una prova preliminare su una piccola area del corpo, prima di applicare il prodotto.